“Carteddate”, la ricetta speciale per il dolce tipico pugliese di Natale

“Carteddate”, la ricetta speciale per il dolce tipico pugliese di Natale

18 Dicembre 2020 0 Di Redazione

Nonostante un anno tremendo per tutti, le tradizioni, specie quelle gastronomiche, si continuano a perpetuare e portare avanti. Con fatica stiamo per arrivare al Natale, un Natale diverso da fare con pochi intimi. Questa festa così diversa quest’anno a causa dei divieti e restrizioni dovuti alla Pandemia da Covid-19 ci farà riscoprire il vero senso della festa per alcuni dimenticata da passare con i familiari. La vigilia della festa, il 24 dicembre, vedrà la novità per i bambini dell’arrivo di Babbo Natale entro massimo le 21.30, visto il coprifuoco delle ore 22. Non rimane che il pranzo del giorno di Natale, un vero Natale porta con sé oltre lo scambio dei doni un finale di pranzo con il dolce tipico e se ormai in ogni casa d’Italia il Panettone di Milano e il Pandoro di Verona sono presenti a tavola secondo i gusti, non mancano i dolci tradizionali del luogo che in Puglia sono le “Carteddate”.

Il nostro dolce natalizio tipico pugliese che si prepara in casa creando una sfoglia secondo i gusti, io vi dico la mia. Iniziamo ad impastare bene la farina, la quantità deve essere nelle seguenti proporzioni: due terzi di farina doppio zero (grano tenero) e un terzo di farina di grano duro. Si inizia così ad impastare aggiungendo olio sfumato, cioè appena caldo,  quando inizia appunto a fare fumo e per aromatizzare il composto si aggiungono bucce di arancio e mandarino triturate finissime, un uovo intero, un bicchiere di grappa con dentro l’aggiunta di succo di arancia e mandarino. Questa mossa lascerà un’impronta nel retrogusto della pasta. Si fanno poi le tipiche rose ed i nastrini che vengono poi fritti in abbondante olio. Si aggiungono poi confetti colorati (anesini) e miele. Anche qui si procede in questo modo e anche questo passaggio finale va fatto nel modo migliore per ottenere questa ghiottoneria chiamata “carteddata”. In una padella si scioglie il miele sul fuoco aggiungendo anche qui succo di arancia. Questo composto a caldo si mette sulla confezione già pronta, nel piatto si crea una piramide costituita da nastrini che si chiudono in cima con le rose, una spolverata di anesini colorati e il gioco è fatto. Buon appetito

Se provate a fare questa meraviglia a casa vostra, vi invito a scrivermi, allegando foto delle vostre carteddate fatte con la nostra ricetta, a: raimondorodia@yahoo.it

Raimondo Rodia