Confcommercio: “Non abbassiamo la guardia ed evitiamo gli assembramenti”

Confcommercio: “Non abbassiamo la guardia ed evitiamo gli assembramenti”

18 Dicembre 2020 0 Di Redazione

Dallo scorso marzo la nostra economia e la nostra quotidianità stanno affrontando uno dei momenti più bui di sempre. Molti di noi, purtroppo, a causa delle misure anti-contagio non hanno ancora potuto riaprire le loro attività, altri stanno lavorando a ranghi ridotti e con gravi perdite.

Per questo la nostra Associazione, che da sempre è al tuo fianco, sta cercando in ogni modo di evitare che ognuno di noi possa ritrovarsi nuovamente davanti ad ulteriori o nuove chiusure che porterebbero il sistema al collasso totale.

Per farlo abbiamo necessariamente bisogno del tuo aiuto! Non si dovranno più riproporre immagini come quelle viste nelle piazze e vie dello shopping durante la festività dell’Immacolata e nello scorso fine settimana.

Non siamo di certo noi gli organi preposti al controllo ma in questo momento la nostra funzione sociale emerge agli occhi di tutti in maniera tangibile e quanto mai indispensabile.

Pertanto, è necessario sensibilizzare, per il bene e la salute di tutti, gli avventori che non rispettano l’utilizzo della mascherina o il distanziamento sociale all’interno dei nostri esercizi. Non dobbiamo abbassare la guardia in alcun momento contingentando sempre gli ingressi anche se è terribilmente faticoso e stressante lavorare per ore ed ore con mascherine, dietro a schermi protettivi e rispettando come tutti facciamo da mesi le misure di igienizzazione e sanificazione.

Siamo imprenditori, la colonna portante del paese, abbiamo il dovere morale di non abbatterci e continuare a lavorare nel totale rispetto delle regole per le nostre aziende, i nostri lavoratori, i nostri famigliari e per l’intera collettività.

Non possiamo permetterci che il bollettino epidemiologico peggiori, soprattutto durante le festività, sarebbe la sconfitta più dolorosa per il paese e non vogliamo che il nostro duro lavoro sia reso vano o peggio ancora venire indicati come la causa di nuovi contagi. (Maurizio Maglio – Presidente Confcommercio Lecce)