Il Comune di Galatina partecipa a un bando ministeriale per riqualificare tre luoghi della Città

Il Comune di Galatina partecipa a un bando ministeriale per riqualificare tre luoghi della Città

6 Agosto 2021 0 Di Redazione

Il Comune di Galatina ha partecipato al bando sulla Rigenerazione urbana promosso dal Ministero dell’Interno (D.M. 2 aprile 2021), che prevede l’erogazione per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

“Nelle scorse settimane il lavoro in sinergia di amministrazione, uffici e tecnici incaricati, ha permesso di definire e presentare più progetti per la riqualificazione di tre importanti luoghi della nostra Città” – hanno dichiarato il Sindaco Marcello Amante e l’Assessore ai lavori pubblici Loredana Tundo. Luoghi che si identificano nel Piazzale della Stazione e corso Re D’Italia, Villa dei Bersaglieri, Villa Falcone e Borsellino e un’area verde in Via Collepasso a Noha.

“Il piazzale della stazione, il corso Re d’Italia e le aree attigue dovranno tornare ad avere la funzione di porta d’accesso alla città di Galatina, nell’ottica di essere polo delle relazioni culturali, commerciali e turistiche. La visione complessiva dell’intervento è anche quella di connettere il nodo della stazione ferroviaria con il centro della città di Galatina, per questo motivo si immagina oltre al completo restyling del percorso promiscuo di via Re d’Italia anche la connessione con il centro storico e con il nuovo polo dei servizi a sud della città attraverso una sede ciclabile esclusiva lungo Corso di porta Luce sino all’ex tribunale, futura sede degli uffici comunali” – ha aggiunto il Sindaco Amante.

“La partecipazione a questo bando ministeriale è solo uno dei numerosi passi che la Città di Galatina sta facendo sulla strada della rigenerazione urbana e sulla riprogettazione, lungimirante e sostenibile, dei propri spazi e del proprio ambiente, portata avanti attraverso la ricerca di fonti di finanziamento esterne. Lo strumento, che permetterà di poter progettare ed accedere a tutto ciò che il panorama dei finanziamenti si aprirà a breve, è il Documento Programmatico Rigenerazione Urbana, che abbiamo portato ed approvato in consiglio comunale lo scorso giugno. Tutti questi passaggi testimoniano come la nostra Amministrazione crede nella valorizzazione del proprio territorio, il quale, oltre che tutelato e conservato, deve essere riportato al centro della vita della sua Comunità” – ha concluso l’Assessore Tundo.