Il PD di Galatina all’attacco: “l’inerzia del Sindaco e della Giunta rischia di compromettere i nostri gioielli”

Il PD di Galatina all’attacco: “l’inerzia del Sindaco e della Giunta rischia di compromettere i nostri gioielli”

4 Agosto 2021 0 Di Redazione

Tornare sugli stessi argomenti sta diventando, anche per noi, pedante, ma, siamo costretti a farlo per l’inerzia del Sindaco e dei suoi collaboratori. Un giudizio condiviso da tantissimi concittadini” – dichiarano dal circolo del Partito Democratico di Galatina.

“Comunque, un merito ce lo siamo conquistato: abbiamo svegliato le coscienze, rimosso l’appagamento, stimolato la partecipazione. Sono, infatti, sempre più numerose le segnalazioni e le proteste dei cittadini per lo stato di degrado e abbandono della nostra Città – aggiungono gli esponenti galatinese del PD – alle denunce individuali si aggiungono quelle collettive, come la lettera aperta di un folto gruppo di genitori i cui figli frequentano i giardini “Del sorriso Insuperabile” di piazza Fortunato Cesari. Accanto alle deficienze da noi già segnalate (la statua di San Francesco e il monumento all’eroe galatinese Fortunato Cesari in uno stato pietoso, la fontanella decapitata, la Biblioteca Sociale ‘Elena De Pascalis’ dimenticata, la manutenzione generale dei giochi, per evitare gravi infortuni, come capitato di recente ad un bambino che si dondolava su un cavalluccio), nella lettera lamentano lo stato ‘di incuria in cui versa il parco giochi. Eppure, negli ultimi mesi sono state impegnate importanti somme per rimediare ai danni causati in questi quattro anni di Amministrazione Amante: circa 75.000 euro deliberati per la rigenerazione del verde e la sistemazione dei giardini pubblici, ad iniziare dalla centrale Piazza Alighieri, il biglietto da visita della nostra comunità, ma, i miglioramenti non si notano; altri 6.000 euro per estirpare l‘erba spontanea cresciuta rigogliosa lungo le strade e sui marciapiedi, e che, a detta del Sindaco, rappresentano un grave problema per l’igiene pubblica. Ad oggi, alcune delle strade più importanti, via Soleto, via Roma, via Galatone, via Diaz, hanno acquistato un aspetto più decoroso, ma rimangono sporche quelle interne dei quartieri. Ha suscitato clamore il richiamo del segretario del Circolo PD di Noha, Michele Scalese, alle promesse fatta ai cittadini della frazione, all’inizio del mandato, per il mancato recupero dell’orologio della Torre e la sistemazione della Trozza. Gioielli che abbiamo ereditato e che, in mancanza di un adeguato intervento, rischiamo di perdere per sempre. Così come rischia di finire nel ‘libro delle cose perdute’ l’antica chiesetta di Santa Lucia, situata all’imbocco di via Noha, il cui stato di conservazione si è ulteriormente aggravato – concludono dal Partito Democratico di Galatina – il piano d’accesso è invaso da erbacce alte due metri, sul tetto sono cresciuti rigogliosi alberelli di fico, le cui radici possono distruggere il tetto. I lavori di ristrutturazione, se si vuole mettere a frutto il finanziamento di 25.000 euro concesso nel 2019 dalla Sovrintendenza Provinciale, richiedono tempo, un intervento minimo, di taglio delle erbe e degli alberelli, può essere subito effettuato. Un giardino botanico sostituirà questa bellissima, centenaria struttura architettonica e di culto?”.