Il Vice Questore Giovanni Bono rivolge il suo saluto alla comunità di Galatina

Il Vice Questore Giovanni Bono rivolge il suo saluto alla comunità di Galatina

27 Febbraio 2021 0 Di Redazione

Il Vice Questore dott. Giovanni Bono rivolge, con una lettera indirizzata al Sindaco Marcello Amante, il saluto alla comunità di Galatina prima di cessare il suo incarico di Dirigente del locale Commissariato di Polizia.

“Nella vita di ciascuno uomo giunge sempre un momento nel quale, per diverse ragioni, si interrompe un’esperienza e se ne apre un’altra: talvolta sono mutamenti traumatici, altre volte fisiologici e positivi. Spesso, però, per quanto i mutamenti possano rappresentare il coronamento di una giusta aspirazione o di un traguardo, l’interruzione lascia un dispiacere, quasi un vuoto, come se si rompesse un delicato equilibrio nel quale i rapporti umani rivestono un ruolo fondamentale.

Mi rendo conto che quanti sono chiamati, con modi e responsabilità diverse, a servire lo Stato e le istituzioni nelle quali si sostanzia, non possono soggiacere a condizionamenti emotivi, ma la natura umana è fatta anche di questo, non è male.

In questa meravigliosa e bella Città, ricca di arte, storia e cultura, dal 3 maggio 2010, ho avuto l’onore e il piacere di adempiere alla Funzione di Autorità Locale di Pubblica Sicurezza come Dirigente del Commissariato di Polizia. Ho maturato duranti tutti questi anni, giorno dopo giorno, una conoscenza sempre più approfondita del territorio e della sua brava gente, con i tanti problemi e criticità, ma anche con i suoi bisogni e le sue virtù. Ho conosciuto persone con problemi di giustizia, ma anche la stragrande maggioranza di cittadini onesti che con le istituzioni hanno saputo e voluto collaborare per il bene della loro comunità.

Alla guida del Commissariato, segno tangibile della presenza dello Stato, spero di aver contribuito al risanamento dell’ambiente, dando fiducia alla parte sana, che è la gran parte della città, permettendo di superare le difficoltà che minacciavano la delicata trama della civile democratica convivenza.

Dal primo marzo p.v. cesserò dal mio incarico di Dirigente del locale Commissariato di P.S., poiché sarò in quiescenza per raggiunti limiti di età. Desidero rivolgere a Lei, alla civica Amministrazione e all’intera comunità di Galatina il mio cordiale e deferente saluto”.