La consigliera Carrozzini: “Il Dipartimento di Urbanistica è paralizzato”. Il Sindaco: “Previste nuove assunzioni”

La consigliera Carrozzini: “Il Dipartimento di Urbanistica è paralizzato”. Il Sindaco: “Previste nuove assunzioni”

28 Marzo 2021 0 Di Redazione

Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale di Galatina, la consigliera di minoranza Paola Carrozzini sottolinea l’attuale disservizio del Dipartimento di Urbanistica per poi chiedere al Sindaco Marcello Amante se e quali interventi l’Amministrazione intende mettere in atto.

“Prima di questo difficile momento ciascuna unità del Dipartimento di Urbanistica si occupava di una fase precisa del processo che partiva dalla presentazione di una pratica e giungeva al permesso di cantierizzazione – spiega la consigliera Carrozzini – se, per qualunque motivo, un anello della catena era momentaneamente mancante, il processo subiva rallentamenti e ritardi; al momento due unità indispensabili per il Dipartimento sono andate in pensione e non sono state rimpiazzate pertanto, a tuttora, la catena di montaggio che portava all’evasione di ciascuna pratica, manca di anelli importanti e, di conseguenza, il lavoro dell’Ufficio non è svolto in maniera sequenziale, organica, efficace e più o meno rapida”.

L’esponente della minoranza continua denunciando che “nel Dipartimento si sono accumulate centinaia di pratiche da smaltire e che lo stesso è ingolfato e paralizzato, maggiormente in questo periodo in cui tanti operatori nel settore dell’Edilizia chiedono accesso agli atti per poter usufruire del bonus 110%. Quindi, sia i privati che le imprese lamentano ritardi inaccettabili con cui vengono evase le pratiche e il Dipartimento così malfunzionante e male organizzato sta creando un grave danno economico ai cittadini”.

A queste osservazioni di Paola Carrozzini ha risposto il primo cittadino spiegando che “l’acquisizione di nuove risorse umane sconta di procedure piuttosto complesse, riferibili anche alla situazione di pre-dissesto in cui si trova il Comune di Galatina. Tale acquisizione deve inoltre essere autorizzata dal Ministero. Il processo di assunzione prende avvio con la Programmazione del Fabbisogno del Personale che deve essere ovviamente coerente con la sostenibilità finanziaria di spesa calcolata all’interno del bilancio. Il processo prosegue con le procedure concorsuali per poi giungere salvo impedimenti, ricorsi per esempio, all’assunzione di nuove unità. Senza contare poi che il personale in servizio può avvalersi di finestre pensionistiche che non sono programmabili e che non consentono all’Amministrazione di prevedere compiutamente ed in tempi celeri tutte le eventuali possibilità. In buona sostanza – aggiunge il Sindaco Amante – assumere nuovo personale non è cosa semplice. Lo è ancora meno prevedere scientificamente ed a lungo termine il movimento degli impiegati in un Piano Triennale dei Fabbisogni del Personale”.

Precisato questo, il primo cittadino ha annunciato che nel dicembre 2020 il Comune ha assunto due nuove unità: una specialista amministrativa, vincitrice di concorso, in sostituzione di un dipendente che è andato in pensione, dedito all’ufficio gare ed appalti della Direzione, ed un istruttore tecnico.

“Nel Piano Fabbisogni 2021 sono previste tre ulteriori assunzioni – aggiunge Amante – uno specialista tecnico che andrà a sostituire l’ingegnere D’Errico, un istruttore amministrativo, un istruttore tecnico a tempo determinato che dovrà proprio occuparsi delle pratiche per il bonus 110%. Inoltre l’Amministrazione si sta attivando in percorsi di semplificazione ed aggiornamento delle procedure per l’evasione delle pratiche, tali da rendere più rapidi i tempi di risposta al cittadino, indipendentemente dal numero di impiegati assegnati al settore”.

L’ultima riflessione riguarda il trasferimento degli uffici presso l’ex Tribunale che dovrebbe concludersi entro il 2021.

“L’Amministrazione approfitterà di questa circostanza per creare una sinergia complessiva tra tutti gli uffici che andrà ad efficientare i servizi e, di conseguenza, ad accelerare la risposta al cittadino. Ora, appare evidente lo sforzo dell’Amministrazione di risolvere le criticità di un Dipartimento al momento svuotato ed inefficiente – conclude il Sindaco Marcello Amante – mi auguro che la speranza si traduca in realtà concreta ed il disservizio denunciato venga a cessare”.

“Non mancherò di seguire con attenzione la vicenda – conclude la consigliera Carrozzini – laddove necessario, continuerò ad insistere sull’Amministrazione fino a quando le criticità denunciate non vengano azzerate”.