Le startup pugliesi affilano i coltelli per il premio nazionale dell’innovazione

Le startup pugliesi affilano i coltelli per il premio nazionale dell’innovazione

29 Novembre 2020 0 Di Redazione

Sono pronti a sfidarsi a colpi di pitch i quattro team finalisti di Start Cup Puglia che venerdì 30 novembre parteciperanno all’edizione 2020 del PNI il premio nazionale dell’innovazione.

Foamille (la schiuma innovativa che intrappola le goccioline di urina ed evita la formazione di bioaerosol prevenendo la diffusione di virus e batteri nei bagni pubblici); CIBI Spray (il cerotto spray ecologico capace di proteggere le ferite superficiali croniche e rilevare la presenza di infezioni batteriche grazie a un feedback visivo riducendo l’utilizzo di antibiotici) BuildNN (soluzioni di intelligenza artificiale per far evolvere processi e organizzazione delle aziende al dettaglio e all’ingrosso) e Ortopedia 3D (processo digitale di produzione dei manufatti ortopedici più ergonomici, resistenti e personalizzabili) incontreranno le altre 65 startup finaliste provenienti da tutta Italia con cui condivideranno i due giorni di eventi organizzati da Università di Bologna e Almacube.

Dalle ore 15.30 alle ore 17.30, online sulla web app Ibrida.io, sarà possibile: ascoltare i pitch delle finaliste, annunciati da un video di un minuto e da una presentazione di 5 minuti corredata da slide; interagire con i referenti, con gli sponsor e con gli altri partecipanti.

All’interno della piattaforma si può visitare l’area Expo per conoscere più da vicino chi sono le startup partecipanti, gli enti regionali che organizzano la manifestazione e le eventuali Università che li sostengono. A fine giornata si conosceranno le finaliste che il 4 dicembre, sempre in modalità online, si contenderanno il PNI nelle quattro categorie – Life science; ICT; Cleantech & Energy; Industrial -, oltre al vincitore assoluto 2020 e ai vincitori dei numerosi premi speciali messi in palio dai partner della manifestazione.