“Piano City”, il festival che porta la musica da pianoforte negli angoli più belli della città

“Piano City”, il festival che porta la musica da pianoforte negli angoli più belli della città

9 Settembre 2021 0 Di Redazione

Le note magiche dei pianoforti, e come scenario il fascino barocco di Lecce, in un diluvio di bellezza sinestetica che metterà la città  sulla stessa strada di Milano, New York, Amsterdam, Novi Sad, Palermo, Trieste, Pordenone, Napoli e Pesaro.

Ventiquattro settembre 2021: sarà il giorno di Piano City Lecce, festival ispirato allo spettacolare format nato da un’idea del pianista tedesco Andreas Kern, apprezzatissimo in ambito internazionale per la sua capacità di innovare la musica. Kern, che sarà a Lecce quel giorno per tenere a battesimo il Preludio della rassegna, è stato infatti nell’ottobre 2010 l’artefice di Piano City Berlin, festival che ha coinvolto ben 70 pianisti di fama internazionale –  tra i quali Ludovico Einaudi- che hanno portato la magia del pianoforte nei luoghi più rappresentativi della capitale tedesca. Da quell’esperienza, a maggio 2012, è nato Piano City Milano, che ha riscosso un successo senza precedenti “gemmandosi” in molte altre città italiane e del mondo.

Oltre trecentocinquanta le candidature arrivate da tutto il mondo per Preludio-Piano City Lecce; solo quindici pianisti, però – in fase di selezione da parte del comitato scientifico di PCL, che comprende anche il professor Antonio Montinaro, presidente dell’associazione “Mozart Italia” sezione di Lecce, e il musicologo Giacomo Fronzi – si esibiranno dalle 17.30 in poi in alcuni tra i luoghi più suggestivi della città, regalando agli appassionati grandi momenti di musica classica, popolare, jazz e leggera (i loro nomi e quelli delle location, individuate grazie ad una partnership con l’Ordine degli Architetti della provincia di Lecce, saranno resi noti più avanti).

Ospite d’onore del Preludio in piano solo, inoltre, il compositore Dario Faini –  in arte Dardust –  tra i pianisti italiani più ascoltati al mondo con all’attivo 35 milioni di riproduzioni. La sua musica ha accompagnato eventi di richiamo internazionale come il lancio del nuovo Suv di Maserati, il Super Bowl e l’NBA All Star Game, oltre ad aver firmato la colonna sonora del nuovo iPhone 12 Pro all’interno del keynote annuale di Apple. Autore e produttore d’eccezione, ha firmato numerosi grandi successi italiani, vantando un palmares di oltre 60 dischi di platino.

Tre le associazioni musicali coinvolte nell’organizzazione di PCL: “Mozart Italia” sezione di Lecce, “Seraphicus”, “Salento Classica”. Piano City Lecce è insomma un progetto sperimentale e innovativo,  fortemente voluto dall’associazione Icon Radio Visual Group, che contribuirà a valorizzare la bellezza della città in tutto il mondo, ma anche a diffondere presso le scuole la cultura della musica e del pianoforte; non a caso la direzione artistica è affidata ad Andrea Mariano, tastierista dei Negramaro e raffinato artista di grande cultura musicale che spiega: “Il pianoforte è cultura. Piano City è cultura, popolare, diretta, immediata. Un’installazione d’arte a cielo aperto. Lecce è una città che merita questo prestigio, una cornice cittadina inconfondibile”.  “Alla fine ce l’abbiamo fatta. Ho iniziato infatti a lavorare su questo progetto molti anni fa, poi tre anni fa ho preso i primi contatti con Andreas Kern, ma la pandemia ha bloccato tutto. Adesso finalmente il sogno si avvera, anche grazie agli sforzi di Andrea Mariano, dell’assessore Paolo Foresio, della presidente del Consiglio regionale Loredana Capone e di un team di persone capaci di impegnarsi a fondo per far andare tutto per il verso giusto”, aggiunge Alessandro Maria Polito, ideatore dell’iniziativa e presidente dell’associazione che fa capo a Icon Radio. “Sarà un’anteprima di quanto andremo a organizzare l’anno prossimo: il format di Piano City prevede infatti tre giorni di spettacolo”.

“Siamo molto felici di accogliere fra le proposte culturali della nostra città Piano City Lecce, manifestazione nata a Berlino da una felice intuizione di Andreas Kern che godrà della direzione artistica del nostro Andrea Mariano. Per Lecce, città dove ha sede il Conservatorio Tito Schipa e che ha “coltivato” talenti del pianoforte dalle carriere internazionali, è molto significativo ospitare nel centro storico una maratona che coinvolgerà decine di musicisti, fra i quali un nome di primo piano come Dardust”. Così il sindaco di Lecce Carlo Salvemini. “Ci sembra il modo migliore per prolungare un’estate all’insegna della musica che – sinfonica, leggera o jazz – ha risuonato sui palchi, protagonista di tante serate del nostro ricco cartellone, raggiungendo numeri di partecipazione notevoli”. Fa eco al primo cittadino l’assessore comunale allo Spettacolo Paolo Foresio: “Ho voluto con grande determinazione Piano City Lecce, e ho affiancato con convinzione gli organizzatori nel loro proposito di organizzare questo Preludio nell’attesa di presentare il prossimo anno la prima edizione completa, che dura tre giorni. Il pianoforte riveste sempre un fascino notevole, e l’idea semplice ma fortissima di Andreas Kern di farlo suonare nelle piazze è vincente. Sono certo che possa diventare una bella abitudine, di grande richiamo turistico per la nostra città, che si sta caratterizzando sempre di più come città della musica. Ringrazio Andrea Mariano per la sua direzione artistica appassionata, gli organizzatori che hanno lavorato per mesi e i volontari che saranno un punto di forza dell’iniziativa”.

“Lecce e il Salento sono territori e comunità che respirano cultura da sempre”, evidenzia anche Giacomo Fronzi. “Alla lunga storia musicale salentina ora si aggiunge Piano City Lecce, un festival in grado di tenere insieme tradizione e sperimentazione, artisti affermati e giovani emergenti. Si tratta di un progetto sicuramente ambizioso e speriamo che il pubblico possa apprezzarne fino in fondo la qualità, gli obiettivi e i protagonisti”. “Come pianista è entusiasmante organizzare un festival come Piano City, così culturalmente rilevante per la sua capacità di fare di una città un enorme palcoscenico dove la musica invade e permea l’intero tessuto urbano”, conclude Valeria Fasiello, direttore artistico di “Salento Classica”. “Da salentina è ancora più emozionante poterlo fare nella mia terra: ringrazio Alessandro Maria Polito per avermi voluto al suo fianco in questa bellissima squadra”.