Quando si potrà percorrere in tutta la sua lunghezza la circonvallazione Sud Ovest di Galatina?

Quando si potrà percorrere in tutta la sua lunghezza la circonvallazione Sud Ovest di Galatina?

22 Giugno 2021 0 Di Redazione

“Fine lavori 14/05/2015. E’ incredibile! Sono passati più di 6 anni dalla fine annunciata dei lavori. Ci chiediamo ancora una volta quando si potrà percorrere in tutta la sua lunghezza la circonvallazione Sud Ovest di Galatina? E’ questa la domanda che abbiamo posto in passato e che riproponiamo ancora adesso” – dichiarano Andrea Coccioli, componente del Coordinamento Provinciale Italia Viva Lecce, e Caterina Luceri, coordinatrice di Galatina.
“La circonvallazione sud ovest si compone di due tratti. Il primo tratto è stato completato da qualche anno. Ora è una strada molto frequentata anche da tanti cittadini che passeggiano, corrono e fanno sport grazie alla sua pista ciclo pedonabile illuminata anche la notte. Il secondo tratto della strada collega la strada provinciale 41 (via per Galatone) e la strada provinciale 18 (strada per Collemeto) e risulta essere, qualora fosse completata, anch’essa di notevole importanza e utilità per i galatinesi e per Galatina. Da troppo tempo ormai il secondo lotto è in fase di costruzione e la questione ancora più preoccupante è quella che non si conosce la fine. Più volte abbiamo sollecitato un intervento del sindaco Amante o dell’Assessore ai Lavori pubblici verso la Provincia che sembra non essere in grado di chiudere i lavori, collaudare la strada e mettere la stessa al servizio di questa Città. Più volte il Presidente della Provincia, Stefano Minerva, è anche intervenuto parlando di impegno ad accelerare sul completamento dei lavori, ma ad oggi la strada ancora risulta non percorribile, chiusa. La nostra domanda rimane sempre la stessa: Quando si potrà percorrere in tutta la sua lunghezza la circonvallazione Sud Ovest di Galatina? – si chiedono, quindi, Coccioli e Luceri – il Sindaco di Galatina o il Presidente della Provincia può dare risposta ai galatinesi? Grazie”.