Tag: nucleare

12 Gennaio 2021 0

Da Coldiretti un appello ad Anci: “No a deposito nucleare”

Di Redazione

Coldiretti Puglia e l’associazione ambientalista Terranostra lanciano l’appello all’Anci per scongiurare che il deposito nucleare venga realizzato tra il Parco nazionale dell’Alta Murgia e il Parco regionale delle Gravine, due siti di straordinario valore naturalistico, ambientale e paesaggistico, con evidenti effetti negativi sull’economia e il lavoro.

10 Gennaio 2021 0

Coldiretti: paradosso in salsa pugliese col deposito radioattivo in aree Parco e Natura 2000

Di Redazione

E’ paradossale che si immagini di violare l’area Parco e Natura 2000 in Puglia con un deposito di scorie nucleari, quando gli agricoltori non possono bruciare le stoppie dei residui di potatura e sono vincolati nelle aree protette da una lunga serie di vincoli imposti dall’UE per preservare siti di straordinario valore naturalistico, ambientale e paesaggistico.

7 Gennaio 2021 0

Nucleare: “Coldiretti chiede la tutela della vocazione agricola dei territori”

Di Redazione

La scelta deve tutelare la vocazione dei territori in una regione come la Puglia in prima linea per l’agricoltura green con 11 prodotti agroalimentari a Denominazione di Origine Protetta,  27 vini DOC, 4 DOCG e 6 IGP, altre 6 IGP ai prodotti ortofrutticoli, la leadership nel biologico con oltre 266mila ettari coltivati e 9380 operatori bio, oltre a 299 prodotti riconosciuti tradizionali dal Ministero delle Politiche Agricole e il primato della sicurezza alimentare mondiale.

6 Gennaio 2021 0

Emiliano: “Ferma e netta contrarietà della Regione Puglia al nucleare”

Di Redazione

“Apprendiamo a ‘cose fatte’ e a distanza di anni, dell’inclusione di alcuni comuni pugliesi e lucani tra i siti in cui stoccare residui radioattivi. È ferma e netta la contrarietà della Regione Puglia a questa opzione. I nostri sforzi verso un modello di sviluppo improntato sulla tutela dell’ambiente e della salute sono noti a livello internazionale. Non si può imporre, ancora una volta, scelte che rimandano al passato più buio, quello dell’assenza della partecipazione, dell’umiliazione delle comunità, dell’oblio della storia e delle opportunità”.