Tag: Pankiewicz

19 Ottobre 2021 0

Wojtek Pankiewicz è vice presidente nazionale dell’Associazione Famiglie dei Combattenti Polacchi in Italia

Di Redazione

Wojtek Pankiewicz è stato confermato vice presidente nazionale dell’Associazione Famiglie Combattenti Polacchi in Italia nel corso dell’assemblea sociale che si è tenuta il 16 ottobre scorso a Bologna per eleggere gli organi statutari. Pankiewicz ha dichiarato: “E’ per me motivo di gioia e onore continuare a ricoprire quest’incarico che mi consente di ricordare e onorare la memoria dei nostri eroici padri che col loro sangue e col loro sacrificio hanno lottato per la libertà dando un significativo contribuito per sconfiggere i nazisti”.

17 Ottobre 2021 0

“La Fiera dei Pupi non è solo tradizione ma risorsa da rilanciare subito”

Di Redazione

“Mancano circa sei settimane al mese di dicembre e ancora non sentiamo parlare di Fiera dei Pupi da parte dell’Amministrazione comunale. Ciò  preoccupa molto noi di ‘Valori e Rinnovamento’ che da sempre ci battiamo col nostro progetto ‘Salento Ideale’ per promuovere attraverso la bellezza anche lo sviluppo economico, dato che già è saltata, a causa della pandemia, l’edizione dello scorso anno” – dichiara Wojtek Pankiewicz, presidente del Movimento Culturale.

19 Giugno 2021 0

Appello al Sindaco e al Vescovo: salviamo la festa di Sant’Oronzo

Di Redazione

Processioni e riti sacri rappresentano un momento di incontro per le comunità, ma anche un modo per promuovere il territorio. Sussistono, cioè, aspetti religiosi, sociali ed economici. Il culto per Sant’Oronzo rappresenta il fattore identitario più profondo e importante della nostra comunità cittadina. La grande devozione per Sant’Oronzo non è mai venuta meno nei leccesi.

25 Aprile 2021 0

Pankiewicz (AFCPI): “Il 25 aprile il nostro più profondo ringraziamento al 2° Corpo d’Armata Polacco”

Di Redazione

In occasione del 76° Anniversario della Liberazione, noi, discendenti dei soldati appartenenti al 2° Corpo Polacco, ricordiamo il sacrificio dei nostri padri. Combattenti in terra straniera, con il sogno di poter ritornare nella patria libera, furono indomiti in battaglia, generosi nel soccorso alle popolazioni stremate dal passaggio della guerra.