Alluvione nel Sud Salento: Gabellone sollecita il presidente Emiliano per un sostegno al territorio

Alluvione nel Sud Salento: Gabellone sollecita il presidente Emiliano per un sostegno al territorio

20 Novembre 2021 0 Di Redazione

La recente alluvione che colpito il sud Salento ha mosso il Consigliere Regionale Antonio Gabellone a scrivere al Presidente della Regione Michele Emiliano per chiedere il sostegno della Regione per i Comuni interessati. “Una forte ondata di maltempo – scrive Gabellone – ha interessato la Costa Adriatica del Sud Salento. Si sono registrati 187mm a Cerfignano, 111mm a Otranto, 99mm a Spongano, 90mm a Santa Cesarea Terme, 72mm a Ortelle. Simili quantitativi di pioggia hanno creato numerosi problemi: allagamenti di abitazioni, scantinati, garage, campagne e alcune strade secondarie che si sono trasformate in fiumi in piena”.

Nello specifico, nella frazione di Casamassella preoccupa l’innalzamento del livello dell’acqua del fiume Idro. Gabellone poi dettaglia alcuni dei danni del maltempo. “A Otranto – precisa – l’acqua si è riversata mista a fanghiglia nel mare formando, in alcuni momenti, un’enorme cascata. A rischio anche la tenuta delle barche attraccate al porto, alcune sono già andate a fondo ed altre hanno rischiato di colare a picco. È stata chiusa al transito la litoranea Porto Badisco-Otranto. A Minervino ha destato preoccupazione la tenuta del canale circondariale. Sulla Martano-Otranto è crollato il muro di cinta del campo sportivo. A Santa Cesarea Terme ci sono stati un tornado e una grandinata. Lo stesso è avvenuto a Tricase”.

“Nei luoghi colpiti dal maltempo – continua il Consigliere Regionale – sono al lavoro numerose squadre dei Vigili del Fuoco coadiuvati dal personale delle Associazioni della Protezione Civile locale. Tuttavia, l’enorme ed encomiabile lavoro sinora svolto dalle Associazioni di Volontariato non è sufficiente e richiede un intervento immediato da parte di Regione Puglia. Infatti, trattandosi di Comuni di piccole dimensioni, le Amministrazioni interessate necessitano di un supporto tecnico qualificato ai fini dell’accertamento dei danni subiti dai cittadini e dalle attività economiche e non”.

Gabellone conclude la sua missiva ad Emiliano auspicando che si possano “attivare le procedure idonee a garantire il ripristino delle civili abitazioni, strutture e attività commerciali danneggiate dall’evento di carattere eccezionale, al contempo, prevedendo lo stanziamento di risorse finanziarie utili a tal fine. Su queste mie proposte che mi auguro incontrino il Suo favore, manifesto la massima disponibilità al fine di poter fronteggiare e limitare il più possibile i danni provocati da un evento così eccezionale che si è abbattuto come un flagello per il mio territorio”.