“Ciò che viene raccontato ai cittadini deve essere concretizzato”. Il consigliere Carrozzini “sollecita” la Giunta comunale

“Ciò che viene raccontato ai cittadini deve essere concretizzato”. Il consigliere Carrozzini “sollecita” la Giunta comunale

17 Ottobre 2021 0 Di Redazione

“I cittadini di Galatina stanno aspettando fiduciosi l’installazione di una pensilina alla fermata degli autobus in piazza Alighieri, imbocco corso A. Diaz. Nella seduta del 28 giugno 2021 ho presentato una mozione con la quale chiedevo che il consiglio comunale impegnasse il Sindaco e la Giunta comunale a provvedere all’acquisto ed alla installazione di una pensilina alla fermata degli autobus in piazza Alighieri, prima dell’imbocco Corso Armando Diaz, nei pressi della farmacia Sabato” – dichiara il consigliere comunale Paola Carrozzini.

“Considerato che tante persone utilizzano i pullman delle Ferrovie Sud-Est e dell’A.T.P. per recarsi a Lecce; lavoratori, studenti, pensionati aspettano i mezzi per diversi minuti senza avere la possibilità di sedersi e, soprattutto, ripararsi dalla pioggia nei giorni di maltempo; è una fermata molto frequentata ed affollata rispetto ad altre in quanto forse l’unica che offre la possibilità di percorrere la tratta Galatina-Lecce – aggiunge il consigliere Carrozzini – avevo raccolto le istanze di diverse persone ma, in particolare, di un disabile della vista che spesso si reca a Lecce principalmente per sottoporsi a visite mediche. La mozione è stata accettata favorevolmente dai Componenti del Consiglio e si è aperto un dialogo tra le parti. Il Consigliere Alessio Prastano ha proposto un emendamento, ossia di provvedere all’acquisto e all’installazione, non solo della pensilina in questione, ma anche di altre nei punti di maggiore afflusso di passeggeri. L’emendamento inoltre conteneva anche l’individuazione dei fondi di spesa, vale a dire le risorse derivanti dal 5×1000 destinato al Comune di Galatina per risolvere problematiche legate alla disabilità. In conclusione la mozione con emendamento è stata messa ai voti ed è stata approvata all’unanimità”.

“Essendo ormai trascorsi quasi 4 mesi da quella decisione compatta e univoca di Consiglio, ho pensato che fosse giunto il momento di avere notizia sul percorso di quella pratica – continua il consigliere di opposizione – avevo curiosità di sapere se qualcuno l’avesse portata all’attenzione degli impiegati e degli uffici preposti. Inoltre volevo capire il fattore più importante e determinante, ossia se quell’argomento fosse arrivato alla Giunta Comunale affinché potesse deliberare la destinazione dei fondi provenienti dalla dichiarazioni dei redditi di giugno 2021 destinati al 5×1000. Dalle mie indagini ho dedotto che, purtroppo, non è stato ancora fatto nulla di quanto sopra elencato. Allora ho pensato di scrivere una sollecitazione indirizzandola alla Giunta Comunale. In questi 4 anni di consiliatura un’idea ha messo radici nella mia testa: ciò che viene raccontato ai cittadini deve essere concretizzato. Lo so che questo concetto va in qualche maniera controtendenza rispetto a quello che avviene normalmente nella politica ma è quello che penso fermamente”.