Due vescovi di Otranto raffigurati nei quadri presenti nella chiesa matrice di Galatina

Due vescovi di Otranto raffigurati nei quadri presenti nella chiesa matrice di Galatina

18 Aprile 2021 0 Di Redazione

Oggi vi parliamo di due quadri posti nella sacrestia della chiesa matrice dei SS. Pietro e Paolo a Galatina. Entrambi i quadri raffigurano due vescovi di Otranto che hanno fatto la storia del luogo. Nella prima foto Stefano Pendinelli, anche se il suo cognome era De Agricoli, nato a Galatina nel 1400 e vescovo di Nardò, prima di esserlo di Otranto quando, nel 1480, i Turchi invasero la città e tagliarono la testa del presule.

Nella seconda foto, invece, Gabriele Adarso de Santander già vescovo di Vigevano e poi di Otranto nel XVII secolo. Adarso de Santander temeva talmente un nuovo attacco dei Turchi che rifiutò la prima volta di andare ad Otranto nonostante fossero passati quasi due secoli da quell’agosto del 1480. Una volta accettata la nuova sede vescovile non abito mai ad Otranto ma a Galatina dove fece ricostruire la chiesa matrice che con lui, nel 1663, prese il titolo di Collegiata. Qui impose anche la costruzione del Santuario mariano della Madonna della Luce dopo un miracolo di cui fu protagonista nell’agosto del 1659.

Raimondo Rodia