“Kascignana Music Fest”, cinque giorni con grandi ospiti tra dibattiti e concerti

“Kascignana Music Fest”, cinque giorni con grandi ospiti tra dibattiti e concerti

8 Agosto 2021 0 Di Redazione

Dal 9 al 13 Agosto 2021 a Castrignano De’ Greci andrà in scena “Kascignana Music Fest”, cinque giorni con grandi ospiti, in un susseguirsi di dibattiti e concerti: dai Subsonica ai Marlene Kuntz, passando per i Modena City Ramblers, Giorgio Canali e RossoFuoco e la BandAdriatica. E poi ancora docenti universitari, medici, funzionari e politici. Tutti uniti da un filo conduttore: quello dei diritti, dell’umanità “s-confinata”.

La manifestazione, ormai alla quarta edizione, promossa da La Cooperativa Sociale Arci Lecce, in collaborazione con il comune di Castrignano De’ Greci (Le), è dedicata alla promozione della cultura dell’accoglienza attraverso linguaggi e forme espressive diversi, in un territorio, come la Grecìa Salentina, che da secoli è sinonimo di incontro, dialogo e fusione tra popoli e tradizioni differenti. La rassegna, curata dalla Coop. Sociale Arci Lecce, mira a creare, nelle varie fasi della manifestazione, occasioni di confronto e interazione culturale tra richiedenti asilo, rifugiat* e la comunità ospitante, grazie al coinvolgimento attivo di operatori e ospiti dei progetti di accoglienza gestiti da Arci Lecce.

Il Kascignana Music Fest 2021 offre l’opportunità a un gran numero di cittadini di conoscere meglio i progetti SAI, le storie dei rifugiati e delle rifugiate, le ricadute positive della solidarietà e dell’accoglienza nel rafforzare la trama dei diritti universali e i vincoli di solidarietà tra le persone, specie in un periodo, come quello che stiamo affrontando, caratterizzato da una “de-socializzazione” forzata a causa della pandemia.

Diverse le attività e gli eventi in programma dal 9 al 13 agosto che si svolgeranno, nel pieno rispetto delle norme anti-covid, al Parco Unicef ed al Palazzo Baronale De Gualtieris a Castrignano dei Greci. Dal 4 sono disponibili i laboratori del “Kascignana music fest kids”, dedicato ai bambini tra i 5 e i 12 anni.

Nei primi tre giorni del Festival al Palazzo Baronale De Gualtieris sarà visitabile la mostra fotografica e documentale “Storie di ordinari successi” di Alessandro Fiore, fotografo e operatore sociale, che racconta e mette in evidenza alcune storie di successo e di positiva integrazione sul territorio maturate all’interno dei progetti di accoglienza di Arci Lecce Soc. Coop. Sociale. Diversi gli eventi culturali di dibattito e riflessione sui temi dell’accoglienza, della promozione della cultura dei diritti umani e dell’ecologia.

Sul palco della Kascignana music fest si alterneranno band ed artisti di differenti stili musicali, in grado di intercettare un pubblico vasto e variegato, dando l’opportunità ai beneficiari dei progetti di accoglienza di interagire con i cittadini del territorio ospitante.

La scelta dei gruppi musicali è stata fatta facendo riferimento ai testi e alla cultura musicale che ogni artista o che la band esprime. In particolare il gruppo musicale BandAdriatica, sul palco nella serata di apertura del 9 agosto, ha pubblicato lo scorso settembre il brano “Odissea”, che dà il titolo all’ultimo album della band. Il brano ha due ospiti d’eccezione, Antonio Castrignanò e Redi che insieme alla banda raccontano dell’odissea di un migrante. Nel testo la figura di Ulisse si trasforma poeticamente in un Nessuno del nostro tempo, esaltando l’indifferenza che spesso il mondo riserva alle vicende dei popoli immigrati. La BandAdriatica per la prima volta affronta in modo diretto il tema dell’immigrazione, tema che ha da sempre fatto da sfondo alle musiche di confine, alle musiche migranti, di cui la band si è resa protagonista negli ultimi anni.

Il Programma delle varie serate

Il 9 agosto, serata inaugurale, dalle ore 19:30, al Palazzo Baronale De Gualtieris di Castrignano de’ Greci, è prevista una conferenza sul ruolo della rete SAI nella promozione dello sviluppo socioculturale dei territori, alla quale parteciperanno diversi sindaci dei Comuni titolari dei progetti gestiti da Arci ed il consigliere regionale e presidente della Commissione VI Regione Puglia, Donato Metallo. A precedere il dibattito un piccolo flash-mob sul tema della cittadinanza a cura dell’associazione “Body run”: vedrà i piccoli rifugiati accanto ai bambini del territorio.  In programma un piccolo tributo al compianto maestro Franco Battiato, scomparso qualche settimana fa. A concludere la serata saranno le note della BandAdriatica, con le sue sonorità che guardano ai Balcani e al Nord Africa, in un abbraccio musicale che stringe il Mediterraneo.

Nella seconda serata 10 agosto,  nella splendida cornice di  Palazzo De Gualtieris è in programma un seminario sul tema della gestione dei progetti di accoglienza tra gli operatori del settore, con la presentazione di buone pratiche e processi virtuosi. Sempre dalle 19,30, sarà una conferenza ad anticipare il concerto di Giorgio Canali e RossoFuoco  (cantautore, produttore ed ex chitarrista di Csi e Pgr). Si intitola “Buone prassi, sfide e metodologie di lavoro nel Sai: operatori dell’accoglienza a confronto”.  Oltre alle operatrici e agli operatori della rete Sai del territorio, saranno anche presenti Eliana Augusti, presidente del Corso di laurea magistrale “Governance euromediterranea delle politiche migratorie” di Unisalento e Virginia Costa, direttore del servizio centrale Sai. Tra gli argomenti della serata anche quello, delicato e complesso, della crescita del debito che incombe sulle spalle dei migranti dopo le pericolose traversate in mare dalle rive balcaniche o da quelle mediterranee. A parlarne, infatti, anche Leonardo Palmisano, saggista e ricercatore, noto esperto di tematiche legate allo sfruttamento dei migranti, come il business dei “viaggi della speranza” e il fenomeno del caporalato.

Mercoledì 11 agosto, si parlerà di salute dei migranti con la conferenza dal titolo “Limiti e buone prassi del Servizio sanitari nazionale nella presa in carico di richiedenti asilo e rifugiati”. Parteciperanno, tra gli altri, Giuseppe Cannella, psichiatra della rete Medu, Medici per i diritti umani e  Marco Tofani, membro della Società italiana di medicina delle migrazioni. Non mancherà un momento in ricordo di Raffaella Carrà, scomparsa di recente e poi sarà il ritmo travolgente del combat folk dei Modena City Ramblers ad accendere la seconda parte della serata. E se è vero che terminano i dibattiti, di certo c’è che non finisce la musica.

Il 12 agosto il concerto si sposta ai Giardini Unicef con i Marlene Kuntz, nota band piemontese guidata da Cristiano Godano, che ritornano per la seconda volta sul palco del Kascignana music fest. (Le prevendite sono disponibili sulla piattaforma Dice al seguente link: https://link.dice.fm/RrcjUVR6mhb)

Il 13 agosto il festival chiude col botto con la musica dei Subsonica nella loro unica tappa pugliese del  loro “Incantevole tour 2021”. (Prevendite disponibili: https://link.dice.fm/oqQN2yT6mhb)