L'”eterno” degrado del cimitero di Galatina. Incuria e mancanza di rispetto per un luogo sacro

L'”eterno” degrado del cimitero di Galatina. Incuria e mancanza di rispetto per un luogo sacro

6 Agosto 2021 0 Di Redazione

“Come si può avere rispetto per una comunità, quando manca il rispetto dei morti, dei nostri ricordi più cari?”. E’ lo sfogo di Francesco, un giovane galatinese che, stanco di assistere ad un progressivo degrado ed incuria del cimitero comunale, ha voluto scrivere alla redazione di Galatina24 ed inviare delle foto più che eloquenti che testimoniano l’effettivo stato del luogo.

“Quello della cura del cimitero è un tema più volte sollevato dai cittadini che dimostrano quanto, effettivamente, sia un argomento caro ai tutti i galatinesi – dichiara Francesco – è un luogo che andrebbe curato come un monumento e, invece, è abbandonato a se stesso. Erbacce che spuntano tra le lapidi e le tombe, rifiuti accatastati in più punti, percorsi sconnessi, continue perdite di acqua dai rubinetti, servizi agli utenti non fruibili se consideriamo, ad esempio, il bagno con gli infissi divelti e le sedie a rotelle che non sono praticamente utilizzabili. Per non parlare delle coperture nell’area nuova del cimitero che, dopo tanti anni, non sono state ancora realizzate nonostante siano state pagate da chi ha comprato i loculi. Poi aggiungerei il problema, non meno sentito, della sicurezza con i numerosi furti che vengono segnalati”.

A quelle di Francesco si aggiungono le parole di Clara: “Non frequento spesso il cimitero perché la tomba di mio marito è molto distante dall’ingresso e ho problemi a deambulare. Tra l’altro, le panchine sono distanti e la sedia a rotelle è in pessime condizioni”.

Anche in questa occasione, dopo aver già segnalato nei giorni scorsi alcune criticità, ci verrebbe da chiedere agli amministratori locali quali sono le priorità che hanno individuato per Galatina e per i suoi cittadini. E’ così difficile ascoltare la gente, i suoi reali bisogni e cercare di dare delle risposte concrete?

Vi proponiamo una galleria di foto che i nostri lettori hanno fatto pervenire in Redazione. Alle immagini abbiamo scelto di non aggiungere alcun commento…

Daniele G. Masciullo