La città di Lecce riconosce la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

La città di Lecce riconosce la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

29 Aprile 2021 0 Di Redazione

Questa mattina il Consiglio comunale di Lecce ha conferito su proposta del sindaco Carlo Salvemini la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, “riconoscendo nella sua persona i valori di libertà di studio, libertà di pensiero e libertà alla partecipazione pubblica, propri di questo territorio e delle istituzioni che lo rappresentano”.

Lecce si aggiunge dunque alle numerose città italiane che, aderendo all’iniziativa lanciata in primis da Go Fair “100 città con Patrick”, hanno accolto tra i propri concittadini il giovane attivista e ricercatore egiziano detenuto dal 7 febbraio del 2020 al Cairo con accuse legate alla sua attività politica e giornalistica.

“A pochi giorni dalla celebrazione del 25 aprile, intendiamo riconoscere alla vicenda dolorosa di Patrik Zaki un valore universale di testimonianza a difesa dei diritti fondamentali per i quali in Italia e in Europa si è tanto lottato. Ci auguriamo che il Governo possa dare seguito all’impegno relativo al conferimento della cittadinanza italiana a Patrick oltre a mettere in campo tutte le iniziative possibili per giungere ad una pronta liberazione – ha dichiarato il sindaco Salvemini nel suo intervento – il conferimento della cittadinanza onoraria a Patrick Zaki nasce anche dal lavoro importantissimo svolto dalla rete dell’associazionismo cittadino che si batte per la promozione dei diritti umani. Da Lecce, in occasione del primo anniversario dell’arresto, è partita la campagna promossa da Conversazioni sul Futuro, ‘Poster for tomorrow’ e Amnesty, alla quale il nostro Comune ha aderito e offerto sostegno. I poster realizzati da designer e creativi dall’Italia e dall’estero sono stati affissi sulle plance collocate sui viali della nostra e di tantissime altre città italiane ed europee. Dal giugno dello scorso anno, è stato affisso su Palazzo Carafa uno striscione per chiedere la liberazione di Patrick. È inoltre giunto, al nostro Comune, l’appello per la concessione della cittadinanza onoraria sottoscritto da Movimento Europeo.it, Humanfirst.it, Fondazione Emmanuel, Terzo Millennio, Camera a Sud. Il conferimento della cittadinanza onoraria a Patrick Zaki è dunque un importante passo che la città compie sul terreno dell’attiva e concreta difesa e tutela dei diritti umani”.