“Sanità leccese al collasso. La Regione sblocchi subito le assunzioni”. La denuncia del consigliere Gabellone

“Sanità leccese al collasso. La Regione sblocchi subito le assunzioni”. La denuncia del consigliere Gabellone

11 Giugno 2021 0 Di Redazione

“Ormai la Asl di Lecce presenta una situazione insostenibile, stante la mancanza di personale a cui si aggiunge il mancato aggiornamento delle piante organiche in molti reparti” – denuncia il Consigliere Regionale Antonio Gabellone (FdI), componente della Commissione Consiliare Sanità, che ha chiesto la convocazione urgente della stessa sulla situazione della sanità leccese.

“I pochi medici in servizio sono sottoposti a doppi e tripli turni, orari massacranti e senza riposi in assoluto contrasto con le norme dettate in materia dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro. Una situazione che sebbene sia stata, da tempo, denunciata dalle Organizzazioni Sindacali non ha mai trovato alcuna soluzione”.

Per questo motivo l’esponente di FdI ha chiesto la convocazione della Commissione Consiliare per audire sul tema, oltre all’Assessore alla Sanità, Lopalco, anche il Direttore Generale di Asl Lecce, Rodolfo Rollo e il Direttore Dipartimento Promozione Salute, Vito Montanaro.

Gaballone ha evidenziato “analoghe e, per altri aspetti, più preoccupanti sono le situazioni che interessano l’Ospedale di Casarano. Con interrogazione urgente ho chiesto all’Assessore alla Sanità Lopalco, non solo di apportare le dovute correzioni alla Deliberazione n. 402 del 18 maggio 2021 per ripristinare l’Unità Operativa di terapia Intensiva e di procedere con lo sblocco delle assunzioni, ma anche di  attivare il servizio di dosaggio degli anticorpi vaccinali Anti Sars Cov-2, così come avviene per tutti gli altri presidi ospedalieri e distretti sanitari della Provincia di Lecce”.

Gabellone ha poi rilevato come “l’Ospedale di Gallipoli manifesta una perdurante carenza di medici anestesisti che, allo stato, è aggravata dal pre-pensionamento del Dr. Francesco Mosticchio. Tale deficitaria situazione sta comportando l’interruzione della maggior parte delle sedute operatorie con conseguente allungamento delle liste d’attesa per tutte le prestazioni sanitarie che non rivestono il carattere di inderogabilità, oltre al clima di tensione che si sta registrando negli utenti che sono già fortemente provati dal periodo emergenziale che stiamo vivendo”.

Per cui ha chiesto di ascoltare il Direttore Generale ASL Lecce, Dr. Rodolfo Rollo, il Responsabile Unità Operativa di Rianimazione Ospedale di Gallipoli, Dr. Claudio Paladini, il Direttore Medico Ospedale di Gallipoli, Dr. Egidio Dell’angelo Custode.