Soluzioni innovative per la sostenibilità del mar Adriatico. Se ne parla in tavola rotonda

Soluzioni innovative per la sostenibilità del mar Adriatico. Se ne parla in tavola rotonda

22 Aprile 2021 0 Di Redazione

Il mare Adriatico affronta significativi impatti della pesca eccessiva e dell’inquinamento: in particolare i rifiuti solidi, lo scarico diretto delle acque reflue e l’inquinamento da idrocarburi sono fattori di degrado degli ecosistemi costieri e marini.

Alla sfida della sostenibilità del Mar Adriatico cercano di rispondere con soluzioni innovative i progetti Interreg Italia-Croazia InnovaMare e Sushi Drop, che siglano la loro collaborazione con una tavola rotonda che si terrà il 27 e 28 aprile online e in presenza a Zara, in Croazia.

L’obiettivo dell’evento è riunire le parti interessate, tra le quali decisori (a livello nazionale, locale e regionale), rappresentanti della comunità scientifica e imprese, al fine di coinvolgerli in una discussione sullo sviluppo di soluzioni innovative attraverso l’ecosistema dell’innovazione nella crescita blu.

Il focus di entrambi è infatti il monitoraggio dello stato di salute del Mar Adriatico: Sushi Drop, coordinato dall’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, si occupa dello sviluppo di droni per esplorare i fondali marini (tecnologia UUV, con apparecchiature acustiche e tecnologia ottica) e di metodi non invasivi di valutazione dell’habitat ambientale e monitoraggio della biodiversità dell’ecosistema marino, in aree dove il campionamento classico non è possibile; InnovaMare, coordinato dalla Camera Croata dell’Economia e che ha ARTI – Agenzia strategica regionale della Puglia per la tecnologia e l’innovazione tra i suoi partner, intende sviluppare e stabilire un modello di ecosistema dell’innovazione nel campo della robotica subacquea e dei sensori, ai fini del monitoraggio, controllo e sorveglianza dell’inquinamento nel mare Adriatico.